Chia: svantaggi e avvertenze

Chia: svantaggi e avvertenze

I germogli e i semi di Chia sono un'aggiunta benefica a qualsiasi dieta. Promosso come un superfood antico, i semi di chia risalgono a 500 anni fa dagli Aztechi. Caricato con oli Omega 3, proteine, fibre, calcio e altri nutrienti, i semi di chia sono un alimento completo secondo i dati di auto nutrizione. Un avvertimento per qualsiasi alimento nutrizionale, tra cui chia, è che la moderazione è una chiave per evitare possibili svantaggi.

Condizioni di salute

Il benessere, una risorsa sanitaria online, mette in guardia sull'uso di chia per le persone con bassa pressione sanguigna o che assumono farmaci per condizioni cardiache, per evitare effetti additivi. Inoltre avverte che le persone che assumono fluidificanti del sangue possono avere un aumentato rischio di sanguinamento. Chia può anche alterare il modo in cui il fegato distrugge i farmaci, il che può portare a inefficacia del farmaco.

Dolore intestinale

Una singola porzione da 1 oncia di semi di chia contiene 11 grammi di fibra; questo è il 42% del valore giornaliero raccomandato dall'USDA, sulla base delle informazioni trovate su Self Nutrition Data. Gli individui con una dieta ricca di proteine ​​animali e povera di fibre, che iniziano a consumare semi di chia, possono scoprire che l'aggiunta di un contenuto così alto di fibre causerà inizialmente dolore all'intestino mentre la fibra si muove attraverso il tratto intestinale. Le persone le cui viscere sono abbastanza inattive dovrebbero cominciare a consumare porzioni più piccole di semi di chia o germogli fino a quando il tratto intestinale si abitua a movimenti più sani.

Colloidi idrofili

I colloidi idrofili sono "una sostanza acquosa, gelatinosa, simile a colla" che formano le strutture sottostanti di tutte le cellule viventi, secondo William Anderson di Living and Raw Foods. I semi di Chia sono densi in colloidi idrofili che assorbono da 9 a 12 volte il loro peso in acqua. Questa qualità è in realtà utile per mantenere l'idratazione delle cellule del corpo e per controllare il colesterolo e gli zuccheri nel sangue. Una porzione standard è un'oncia o un cucchiaio di semi. L'avvertimento sarebbe per tutti coloro che mangiano semi di chia e bevono liquidi. Consumare porzioni più grandi potrebbe rivelarsi scomodo una volta che i semi iniziano a gonfiarsi all'interno dello stomaco.

Arrosto e Irradiato

La torrefazione di noci e semi è un processo di produzione comune per aumentare il sapore e la conservabilità, secondo il sito web Ask Dr. Sears, da una famiglia di pediatri. Il rovescio della tostatura è che può alterare gli acidi grassi essenziali e causare una perdita in altri nutrienti. L'irradiazione è un processo che uccide batteri, funghi e insetti, prolungando al contempo la durata di conservazione. Anche i semi di chia irradiati subiranno gli stessi effetti negativi della tostatura. La linea di fondo è la torrefazione e l'irradiazione uccide gli enzimi benefici nei semi di chia. Dovresti comprare i semi di chia crudi e mangiarli crudi ogni volta che è possibile per i migliori benefici.

Fonti attendibili

Acquistate solo semi di chia da fonti attendibili, man mano che i semi crescono in Messico e in Sud America. Ci possono essere pratiche igieniche agricole discutibili, basate sulle maggiori segnalazioni di contaminazione da E. coli e salmonella sui prodotti negli ultimi anni. I coltivatori non possono lavare semi di chia; li scuotono puliti dai detriti. È fondamentale che la fonte utilizzi fertilizzanti naturali che non contaminino i semi. Il biologico certificato è sempre una buona opzione, ma i costi e le pratiche burocratiche per gli agricoltori per ricevere una classificazione biologica certificata sono spesso proibitivi. Un distributore o un agricoltore di fiducia che produce raccolti con gli stessi standard di quelli biologici può fornire la stessa alta qualità a un prezzo inferiore per il consumatore.

Condividi:
Lasciare Un Commento