Lexapro vs. Wellbutrin

Lexapro vs. Wellbutrin

Lexapro (escilatopram) e Wellbutrin (bupropione) sono farmaci approvati dalla Food and Drug Administration (FDA) per il trattamento del disturbo d'ansia generalizzato (GAD) e la depressione. Wellbutrin può anche essere prescritto per smettere di fumare, disturbo affettivo stagionale (SAD) e, meno comunemente, disturbo da deficit di attenzione (ADD). Possono essere necessarie settimane per sentire l'effetto completo di ogni farmaco, quindi determinare quale farmaco si adatta meglio può essere un processo lungo.

Identificazione

Wellbutrin è un inibitore della ricaptazione della norepinefrina e dopamina (NDRI) -è aumenta i livelli sia di noradrenalina e dopamina inibendo la loro riassorbimento (reuptake) nelle cellule. Lexapro è un inibitore selettivo della ricaptazione della serotonina (SSRI), il che significa che ripristina l'equilibrio della serotonina a livelli normali. Entrambi i farmaci regolano i neurotrasmettitori e sono considerati antidepressivi.

Dosaggio

Secondo il DIOne, un sistema di gestione dei farmaci utilizzato dagli ospedali, il dosaggio di Wellbutrin inizia a 200 milligrammi (100 milligrammi due volte al giorno). Poichè Wellbutrin è disponibile in compresse da 100 milligrammi e può essere aumentato fino a 400 milligrammi al giorno, c'è un margine maggiore in termini di aggiustamenti della dose. Lexapro, che viene tipicamente somministrato in una dose totale da 10 a 20 milligrammi al giorno e fornito solo in compresse da 10 o 20 milligrammi, non presenta il maggior numero di opzioni di dosaggio.

Effetti collaterali condivisi

Entrambi i farmaci hanno effetti collaterali simili che comprendono: nausea, secchezza delle fauci, costipazione, diarrea, vomito, sonnolenza, vertigini, stanchezza, insonnia, spasmi muscolari, sbadigliando eccessiva, debolezza, vampate di calore, cambiamenti di peso, alterazioni del sonno, aumento della sudorazione, formicolio delle mani e piedi, diminuzione della libido e disfunzione erettile.

Effetti collaterali Lexapro

hanno anche riferito pazienti che assumono Lexapro emicranie, tremori, vertigini, tic, delle gambe senza riposo, sindrome del tunnel carpale, sintomi simil-influenzali, febbre, dolore toracico, dolore addominale, indigestione, flatulenza, bruciore di stomaco, mal di denti, gastroenterite, crampi addominali e reflusso gastroesofageo.

Effetti collaterali di Wellbutrin

Ulteriori effetti collaterali Wellbutrin hanno incluso: anomalie pensiero, disturbi di concentrazione, disforia, una diminuzione della memoria, sistema nervoso centrale (CNS) stimolazione, emicrania, disturbi sensoriali, convulsioni, coordinazione anormale, confusione e vertigini.

Un vantaggio di Wellbutrin è che non causa l'aumento di peso significativo comune ad altri antidepressivi.

Avvertenze FDA

Lexapro e Wellbutrin hanno gli stessi avvertimenti sulla scatola nera della FDA per i rischi di pensiero suicidario tra gli utenti pediatrici e adolescenti. I produttori di farmaci devono ora contenere questo avviso sui loro prodotti.

Lexapro è stato emesso un avviso della FDA per quanto riguarda il rischio di sviluppare una condizione pericolosa chiamata sindrome serotoninergica dopo l'interruzione del trattamento. I sintomi di questa sindrome includono nausea, forti capogiri, shock elettrico come sensazioni nel cervello, difficoltà di concentrazione e mal di testa, solo per citarne alcuni.

Prevenzione / Soluzione

Nel settembre 2009 l'Istituto Semel per Neuroscienze e Comportamento Umano dell'UCLA ha riferito che stava sviluppando un test che potrebbe essere in grado di prevedere se un paziente reagirà meglio con Lexapro o Wellbutrin. Il test, un EEG semplificato, confronta i pattern delle onde cerebrali per analizzare i biomarcatori che possono indicare quale farmaco è più appropriato. Lo studio è ancora nei suoi stadi nascenti, ma i risultati positivi suggeriscono che potrebbe fornire un modo non invasivo per i medici di eliminare le congetture.

Condividi:
Lasciare Un Commento